Assassin's Creed: Blade of Shao Jun - Recensione e Riassunto
"Volume 3: Capitoli 9-13"
Scritto da Sorrosyss, 25 giugno 2021
Traduzione dal materiale originale in francese: Azuu Tradotto da: Stefania

Nota: L’articolo presenta una recensione Non-Spoiler a cui segue un riassunto e un'analisi della trama contenente Spoiler
 


Assassin's Creed: Blade ofShaoJun (o, nella sua versione giapponese, Assassin's Creed: China) è un manga realizzato da Minoji Kurata,
attualmente in uscita in Giappone con cadenza mensile su Sunday GX Comics, oltre che negli Stati Uniti attraverso Viz Media, e infine anche in Francia attraverso Mana Books. Se vi siete persi le nostre recensioni dei volumi precedenti (capitoli 1-8), date un'occhiata a questo link.

Il terzo volume comprende cinque capitoli (dal 9 al 13) e si concentra sulle avventure di ShaoJun a Nan-an e successivamente a Pechino. Lo sviluppo della parte nel Presente in questi capitoli è più lento rispetto al passato, ma la stragrande maggioranza del capitolo 12 è ambientata ai giorni nostri, il che è cosa gradita. Come sempre i disegni sono di buona qualitàe ci sono inoltre nuove scene e antefatti che arricchiscono la storia di Jun.

Inutile dire che se apprezzateShaoJun come personaggio, questa serie fa sicuramente per voi. Anche la Cina come ambientazione è sempre interessante, dato che la stragrande maggioranza delle storie di Assassin's Creed è prevalentemente ambientata in Nord America o in Europa.

Il volume 3 di Assassin's Creed: BladeofShaoJunè ora disponibile online in giapponese, inglese e francese. Continueremo a fornirvi notizie sul quarto e ultimo volume quando uscirà più avanti nel 2021.

Prefazione: Si prega di notare che il seguente riassunto della storia è stato scritto facendo molto affidamento su software di traduzione. Non possiamo garantire l'accuratezza del 100% dei dettagli, ma speriamo che sia il più vicino possibile.

Riassunto della storia (ATTENZIONE: SPOILER)

SPOILER TAG - Clicca per leggere
 
CAPITOLO 9

Nan-an, Cina, 1529

Wang Yangming riesce a deviare alcune frecce in direzione degli arcieri con la sua spada prima di tuffarsi sui gradini delle scale. Bolla lo sforzo di Zhang Yong di ucciderlo come deludente, al che Zhang chiama la sua guardia del corpo QiuJu per affrontare l'Assassino prima di accingersi ad andarsene.

Nel frattempo, all'interno della città stessa, ShaoJun si nasconde tra le ombre della residenza di Wei Bin. Minacciando con la spada alcune guardie di nascosto, le interroga per sapere se Wei Bin sia effettivamente all’interno dell’edificio. Si rende presto conto che molte delle guardie portano croci templari.

Nella sua camera da letto, Wei Bin parla con sua moglie, sostenendo di aver raddoppiato le guardie per difendersi dalla presunta presenza dell’Assassina. Afferma che una volta che avrà ucciso altri Assassini, sicuramente salirà tra i ranghi delle Otto Tigri. A questo punto ShaoJun entra nella stanza, con la spada sguainata. I due combattono eJunne esce vincitrice dopo aver usato abilmente la Lama Celata presente nel suo stivale per tagliargli la gola. Durante i suoi ultimi istanti di vita, Wei Bin dichiara di sapere cheJun stava viaggiando con WangYangming e che ormai il suo maestro è probabilmente morto. Rendendosi conto di aver fatto scattare la trappola dei suoi nemici, ShaoJun corre alla rapida ricerca del suo mentore.


CAPITOLO 10

Nan-an, Cina, 1529

Shao Jun corre verso un vicino ponte protetto da torri e lo scala lateralmente per nascondersi dalle guardie. All'interno scopre che che alcuni edifici circostanti vengono usati come deposito di esplosivi. La ragazza sfrutta l'opportunità per dare fuoco ad alcune bombe, distruggendo completamente una torre mentre fugge.

Wang Yangming continua a combattere contro Qiu Ju ei suoi soldati, ma viene gravemente ferito. Shao Jun arriva in suo soccorso, eliminando diversi nemici. Un monaco del vicino tempio li chiama, ordinando loro di non commettere violenzenei pressi del tempio di Buddha. QiuJu cede alla richiesta e ritira i suoi uomini, ma mentre se ne va si prende gioco diJundicendo che ha già raggiunto il suo scopo. Wang Yangming crolla a terra e dice a Jun di continuare a combattere per la pace e l'ordine,soccombendo infine alle ferite mortali.

CAPITOLO 11

Nan-an, Cina, 1529

Il corpo di Wang Yangming viene portato al tempio dei monaci, dove questi preparano il suo funerale. Il loro leader rivela a Shao Jun di essere il contatto che avrebbe dovuto incontrare il suo mentore per discutere della Scatola dei Precursori. I due parlano in privato e il monaco chiede quanto lei sappia su "Coloro che Vennero Prima". Viene rivelato che Jun può vedere le cose prima che accadano, il che in parte è ciò che la rende una combattente incredibile. Descrivendo questa abilità come "Occhio dell'Aquila", il monaco ricorda a Jun i passaggi segreti all'interno del tempio imperiale di Pechino che una volta lei aveva mostrato alla sua amica d'infanzia Qijie, e le sagome spettrali delle persone che lei aveva visto e che l'avevano guidatain quel luogo. Jun si rende conto di essere davvero una discendente dei Precursori.

Yokohama, Giappone, Presente

Lisa si sveglia dalla sua sessione nell'Animus. Ha immediatamente una visione della dottoressa Kagami che lascia cadere una penna, che Lisa è immediatamente in grado di afferrare. Poiché l'Effetto Osmosi la colpisce e la spaventa, la ragazza decide di terminare la terapia per quel giorno e lascia l'edificio Abstergo. All'esterno incontra Mari, che sostiene di dover dire a Lisa qualcosa di molto importante.


CAPITOLO 12

Yokohama, Giappone, Presente

Mari racconta a Lisa della sua lunga conversazione con Kiyoshi. Le ha rivelato tutto sulla guerra tra Templari e Assassini e su come la società Abstergo stia utilizzando la tecnologia informatica per tracciare e studiare ogni essere umano, al punto che per loro è ormai facile individuare e catturare i discendenti con antenati Assassini semplicemente analizzando il loro sangue. Una delle strutture che si occupavano di questa attività a Madrid era stata distrutta da una rivolta messa in atto proprio daalcuni di questi Assassini che erano stati catturati. In tale struttura un tempo aveva lavorato anchela dottoressa Kagami.

Lisa è preoccupata e si chiede cosa voglia davvero la dottoressa da lei. Mari le dice che è sempre stata brava a trovare la verità, come quando Lisa aveva aiutato Mari stessa a denunciare il padre per i suoi comportamenti abusivi nei confronti di sua figlia. Per alcuni istanti Lisa vede delle allucinazioni su Qijie, ma poi decide di tornare nell'Animus e rientra nell'edificio Abstergo per riprendere la sua sessione.


CAPITOLO 13

Nan-an, Cina, 1529

Shao Jun partecipa al funerale del suo mentore e ringrazia i monaci per la loro ospitalità e il loro aiuto. Chiede come il leader dei monaci sappia così tanto sugli Assassini e questi le rivela di avere un antenato Assassino dal Medio Oriente. Sforzandosi di sostenere gli stessi principi degli Assassini che sono venuti prima di lei, Jun giura di portare pace e ordine nel suo paese e parte alla ricerca della Scatola dei Precursori scomparsa.

Pechino, Cina, 1530

ShaoJun e Xiao Hu fingono di essere fratelli, mentre si fanno strada attraverso le pattuglie di guardia all'ingresso della città. Jun rivela di voler salvare la sua migliore amica, una delle concubine presenti nel cortile interno. Hu le dice che aspetterà fuori, ma che in futuro vorrà anche addestrarsi come suo primo apprendista Assassino.

Jun elude le guardie ed entra con facilità nel cortile interno. Quando fa il suo ingresso da una finestra, fa trasalire una concubina. La giovane donna capisce che Junè l'Assassina che ha messo in allerta l'intero palazzo. Rivela anche che Qijie le aveva dato una nota nel caso in cui fosse l’Assassina fosse arrivata. Jun legge rapidamente la notain cui Qijie la convocaal padiglione del giardino imperiale. Lasciando la concubina in pace, Jun si fa strada velocemente, non vedendo l'ora di incontrare ancora una volta la sua vecchia amica.


Considerazioni finali - Analisi

Il volume ci ha sicuramente fornito molte informazioni su cosa unisce Shao Jun agli Isu, addirittura mostrando le capacità del suo Occhio dell'Aquila come ad esempio i luccichii lasciati da persone morte da tempo. Abbiamo una solida conferma che una delle sue abilità è un forte livello di precognizione, che a sua volta le permette di anticipare e reagire alle mosse dei suoi avversari prima che le eseguano, in maniera similare al Senso dell’Aquila di Ezio, ma in un'età molto più giovane. Questi mostra davvero quanto Shao Jun sia proprio la guerriera di talento che i fan amano.

Come in passato, purtroppo ci sono alcune lievi modifiche alla trama presente nei giochi. Una abbastanza visibile è quella della morte di Wang Yangming, originariamente ucciso da Zhang Yong nel gioco Chronicles China. Tuttavia, come abbiamo detto in precedenza, questi salti creativi a volte possono effettivamente essere eseguiti per consentire allo scrittore della storia una certa libertà di espressione. Tuttavia, situazioni simili non fanno che alimentare il dibattito tra i fan su cosa sia canonico e cosa non lo sia.

La storia di Lisa sta iniziando ad avvicinarsi alla sua conclusione. Come ci aspettavamo, ora la ragazza sta iniziando a soffrire davvero l'Effetto Osmosi e la conoscenzadelle vere intenzioni della dottoressaKagami porterà probabilmente alla rapida fine della loro relazione professionale. Con il prossimo volume che concluderà la trama, sarà sicuramente interessante vedere come Lisa si inserirà della Confraternita degli Assassini del presente... sempre che sopravviva per farlo! Seguiteci nella prossima recensione per scoprirlo.  









comments powered by Disqus


SEGUICI SU
FacebookTwitterGoogle+YouTube


PAGINA FACEBOOK

ULTIMI COMMENTI